LA SCOPERTA DEL NUOVO SISTEMA SOLARE DI TRAPPIST-1 DIMOSTRA CHE SIAMO STUPIDI

Nasa, la Terra ha sette "sorelle": scoperto un nuovo sistema planetarioLa scoperta del sistema solare di Trappist-1 ha generato in me, come in molti altri, innanzitutto un senso di felicità e soddisfazione.

La visione antica di una Terra come unico luogo abitabile, al giorno d’oggi, infatti, è drammaticamente desolante e triste. Quando credevamo che questo pianetuncolo su cui viviamo fosse il centro dell’universo e, anzi, la sola e unica terra in cui vivere poteva forse ancora sembraci grande.

Oggi, però, sappiamo tutti che è solo un granello infinitesimale nel sistema solare, nella galassia e nell’universo.

Se questo fosse il solo mondo abitabile tra miliardi e miliardi di galassie, vorrebbe dire che siamo solo un errore della natura, che la vita è qualcosa di ancor più fragile di quanto già sappiamo, qualcosa che se finisse qui non si ripeterebbe mai più altrove.

La scoperta della piccola nana rossa e del suo codazzo di pianeti con dimensioni e {}composizione simile al nostro, con ben tre di loro in una fascia di temperatura in cui l’acqua non gela e non evapora, in cui dunque i medesimi meccanismi che hanno dato origine alla vita da noi potrebbero duplicarsi apre nuove prospettive.

La speranza, dunque. È di poter un giorno avere notizia di altre forme di vita. Come saranno? Simili a noi o del tutto diverse? Si baseranno sulla stessa biochimica o su altre? Quesiti affascinanti.

L’anno scorso, però, avevo anche fatto delle considerazioni in senso opposto, che questa scoperta mi pare possano corroborare.

Mi ero chiesto, infatti, come mai, se i pianeti sono così tanti, non riusciamo a entrare in contatto con civiltà aliene. La risposta che mi ero dato era qualcosa che non mi piaceva affatto: non riusciamo a trovare altre civiltà tecnologiche, perché queste sono errori dell’evoluzione, qualcosa che la natura cancella nel giro di pochi secoli. Insomma, civiltà come la nostra finiscono per autodistruggersi o per infettare l’ambiente in cui vivono annientandolo e così perendo esse stesse.

{}Riporto, allora le considerazioni che avevo fatto in tal senso, aggiungendo che la presenza di un intero sistema planetario forse abitabile, per giunta attorno a una stella tanto diversa dalla nostra, fa pensare che le opportunità per sviluppare civiltà tecnologiche siano persino maggiori (e di molto) rispetto a quelle che avevo ipotizzato.

Per il ragionamento rimando al precedente post: PERCHE’ SIAMO SOLI TRA LE STELLE?

{}

 

Annunci

Un pensiero su “LA SCOPERTA DEL NUOVO SISTEMA SOLARE DI TRAPPIST-1 DIMOSTRA CHE SIAMO STUPIDI

  1. Pingback: LA FINE DELL’ACQUA | Il Terzultimo Pianeta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...